Notizie edilportale

Edilportale.com

Le ultime news dal mondo dell'edilizia

12/12/2019 - Per “garantire la sostenibilità delle Olimpiadi Invernali Milano-Cortina 2026 sotto il profilo ambientale, economico e sociale, in un’ottica di miglioramento della capacità e della fruibilità delle dotazioni infrastrutturali attuali e da realizzarsi, per le opere di infrastrutturazione, comprese quelle per l’accessibilità”, la Lega e Italia Viva hanno chiesto e ottenuto un ulteriore miliardo di euro.   Lo ha annunciato uno dei firmatari dell’emendamento alla Legge di Bilancio 2020 approvato dalla Commissione Bilancio del Senato, il leghista Paolo Saviane, che ha scritto: “Grazie alla determinazione della Lega, è stato approvato un emendamento a firma di tutti i Senatori Lega Salvini Premier Veneti e Lombardi alla manovra che stanzia fondi significativi per garantire una migliore sostenibilità sotto il profilo ambientale, economico e sociale delle Olimpiadi Invernali del 2026.   Per..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: December 12, 2019, 6:00 am

12/12/2019 – I cedimenti differenziali dei terreni di fondazione possono causare notevoli danni, soprattutto su edifici che sono stati costruiti su terreni non compatti; per questo è necessario intervenire sulle fondazioni con adeguate soluzioni tecniche volte al consolidamento dei terreni.   Terreni di fondazione: le problematiche I cedimenti differenziali nei terreni di fondazione sono causati da diversi fattori come: - l’essiccamento degli strati superficiali del terreno o la differenza di struttura dei terreni su cui poggia la casa; - forti pendenze o sovraccarichi vicino a una fondazione; - eccesso di acqua, anche dovuto a rottura di tubature; - scavi nei pressi dell’edificio; - piani interrati parziali, non completamente finiti. - vibrazioni del sottosuolo.   Il deterioramento delle caratteristiche geotecniche del terreno va ad alterare la natura chimica e muta la circolazione idrica nel sottosuolo, dando origine a spazi vuoti..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: December 12, 2019, 6:00 am

12/12/2019 – Al Ministero dello sviluppo Economico (Mise) è iniziato il confronto con i sindacati Cgil, Cisl e Uil per il rilancio del settore edile. Come proposto dai sindacati, il Ministero si farà promotore di specifici tavoli tecnici tematici in cui saranno coinvolti altri Ministeri e istituzioni. L’obiettivo è creare sinergie per affrontare temi trasversali, come ad esempio la rigenerazione urbana e la corretta implementazione del Codice degli Appalti.   I partecipanti dovranno inviare i propri contributi entro la metà di gennaio. In base alle proposte pervenute sarà definito un calendario di tavoli tecnici.   Edilizia, sindacati: ‘risorse per recupero capannoni e territorio' Nel corso dell’incontro, i sindacati hanno illustrato “la drammatica situazione del settore” con 800mila posti di lavoro persi e 120mila imprese chiuse e sottolineato la necessità che il governo avvii una “politica..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 12, 2019, 6:00 am

12/12/2019 – Per determinare se un immobile è di lusso, e pertanto escluso dai benefici prima casa, è necessario considerare anche la superficie dei soppalchi.   A sottolinearlo l’Agenzia delle Entrate in un articolo in cui commenta e spiega la sentenza 29643 del 14 novembre 2019 della Corte di Cassazione che fornisce chiarimenti in relazione al criterio di calcolo della superficie utile.   Cosa rende un’abitazione ‘di lusso’ Nella sentenza i giudici ricordano che il DM 1072/1969 individua le caratteristiche che qualificano come “di lusso” le abitazioni; sono, ad esempio, quelli con superficie superiore a 240 mq (esclusi balconi, terrazze, cantine, soffitte, scale e posti macchina), piscina superiore a 80 mq, eccetera.   Inoltre, l’articolo 8 dello stesso DM stabilisce che sono considerate “di lusso” le case e le singole unità immobiliari che presentano più di 4 delle caratteristiche..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: December 12, 2019, 6:00 am

12/12/2019 - Un Fondo da 2,5 miliardi di euro in 15 anni per mettere in sicurezza, ristrutturare e costruire asili nido e scuole dell’infanzia. Lo istituisce un emendamento di Italia Viva alla Legge di Bilancio, approvato in Commissione Bilancio del Senato.   Il nuovo Fondo ‘Asili Nido e Scuole dell’infanzia’ sarà gestito dal Ministero dell’Interno e avrà una dotazione pari a 100 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2021 al 2023 e di 200 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2024 al 2034. Un Fondo identico era previsto nella prima bozza della Legge di Bilancio ma poi è scomparso dalle bozze più recenti e adesso torna con la proposta emendativa approvata in Commissione.   Il Fondo istituito dall’emendamento è finalizzato a “progetti di costruzione, ristrutturazione, messa in sicurezza e riqualificazione di asili nido, scuole dell’infanzia e centri polifunzionali..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: December 12, 2019, 6:00 am

12/12/2019 – Lo sconto immediato in fattura resterà in piedi solo per gli interventi di riqualificazione energetica di aree comuni degli edifici condominiali di importo superiore a 200mila euro. Lo prevede un emendamento al disegno di legge di Bilancio 2020 approvato durante la seduta notturna dalla Commissione Bilancio.   Una soluzione intermedia, che arriva dopo l’approvazione di un altro emendamento, a firma della senatrice FI Roberta Toffanin, che invece prevedeva l’abrogazione totale della misura.   Ecobonus e sismabonus, caos sullo sconto in fattura Nella giornata di ieri, la Commissione ha approvato un emendamento per l'abrogazione dei  commi 1, 2, 3 e 3-ter del Decreto Crescita (DL 34/2019 convertito nella Legge 58/2019). Poi, con il nuovo emendamento, è passata una linea più morbida, pensata per tutelare le Pmi, ma allo stesso tempo non perdere le potenzialità della misura.   La..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 12, 2019, 6:00 am

11/12/2019 – Chiarire quali sono le regole stabili e quelle transitorie del Codice Appalti, garantire la centralità del progetto, evitando passi indietro sull’appalto integrato, e favorire l’applicazione del principio dell’equo compenso. Sono le richieste della Rete delle Professioni Tecniche (RPT), intervenuta in audizione presso la Commissione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che sta curando la stesura del regolamento attuativo del Codice Appalti.   Regolamento appalti: regole stabili e transitorie La richiesta di distinguere in modo netto le regole stabili da quelle transitorie, mira a evitare incertezze interpretative che provocherebbero il rallentamento delle procedure per la realizzazione dei lavori pubblici.   Tutto nasce dalle deroghe temporanee inserite nel Codice Appalti con lo Sblocca Cantieri. Si pensi ad esempio alla reintroduzione temporanea dell’appalto integrato, all’innalzamento del tetto dei..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 11, 2019, 6:00 am

11/12/2019 – È in arrivo la proroga del bonus verde al 2020; la novità, inizialmente contenuta in un emendamento alla Manovra, sarà inglobata in un decreto Milleproroghe autonomo.    Bonus verde: arriva la proroga al 2020 Ancora un anno di tempo, quindi, per sfruttare il bonus per la sistemazione di giardini, terrazze e parti comuni di edifici condominiali.   L'agevolazione dovrebbe mantenere la stessa impostazione: detrazione Irpef del 36% delle spese sostenute per interventi di sistemazione a verde degli immobili ad uso abitativo, con un limite massimo di 5.000 euro.     La detrazione va ripartita in 10 quote annuali e va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo, e quindi la detrazione massima è di 1.800 euro.   Bonus verde: gli interventi agevolabili Ricordiamo che per sistemazione a verde si intende: - la fornitura e messa a dimora di piante o arbusti..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: December 11, 2019, 6:00 am

11/12/2019 – Il condono e la sanatoria edilizia sono utili alla regolarizzazione di immobili realizzati senza permesso. Le due procedure hanno un obiettivo comune, ma in realtà sono completamente diverse. Spesso, però, anche i giudici le confondono. Per dirimere un errore del genere è intervenuta la Cassazione, che con la sentenza 37659/2019 ha spiegato che la diversità risiede nel concetto di doppia conformità.   Condono o sanatoria edilizia, il caso Il caso preso in esame dalla Cassazione riguarda i responsabili di un abuso edilizio che avevano ottenuto il condono edilizio dopo aver presentato un’istanza ai sensi della Legge 724/1994.   Successivamente, il Comune aveva ordinato la demolizione del fabbricato condonato. I proprietari avevano quindi presentato ricorso per annullare l’ordine di demolizione. La richiesta dei proprietari era però stata respinta dal Tribunale Ordinario.   Nelle motivazioni del..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 11, 2019, 6:00 am

11/12/2019 – È un’ingiusta discriminazione nei confronti delle altre professioni tecniche l’accordo di INVIMIT con i geometri che prevede la possibilità di affidare solo ed esclusivamente ai geometri l’incarico di valorizzare gli edifici della pubblica amministrazione gestiti dalla INVIMIT.   A dichiararlo Federarchitetti che, a tutela degli architetti e ingegneri liberi professionisti, ha inviato una lettera all’INVIMIT (società partecipata al 100% dal MEF) per protestare contro il recente accordo tra quest’ultima e il Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati (CNGeGL) che riserva, anche sotto il profilo energetico, a questa categoria di professionisti tecnici la possibilità di diventare ‘manager’ del patrimonio immobiliare pubblico.   Manager immobili pubblici: perché solo i geometri? Dopo l’invio della lettera, è stato organizzato un incontro tra INVIMIT e Federarchitetti..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: December 11, 2019, 6:00 am

10/12/2019 – Gli interventi di edilizia scolastica potrebbero ricevere un nuovo impulso dal Decreto Fiscale. Il testo, approvato dalla Camera, destina 65 milioni di euro agli interventi urgenti di messa in sicurezza e modifica la disciplina dell’otto per mille per dare priorità ai lavori sulle scuole.   Edilizia scolastica, 65 milioni di euro per interventi urgenti Per le esigenze urgenti e indifferibili di messa in sicurezza e riqualificazione energetica degli edifici scolastici pubblici, compresi gli interventi da realizzare a seguito delle verifiche di vulnerabilità sismica effettuate ai sensi dell’opcm 3274/2003 e della Legge 45/2017, sarà istituita un’apposita sezione del Fondo unico per l’edilizia scolastica con una dotazione di 5 milioni di euro per l’anno 2019 e di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2020 al 2025.   Il funzionamento della misura non sarà immediato, ma verrà regolato..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 10, 2019, 6:00 am

10/12/2019 - Ridurre il numero dei crediti formativi professionali (CFP), agevolarne il conseguimento da parte dei liberi professionisti e rivedere il meccanismo della sanzione disciplinare per coloro che non li conseguono.   Sono le richieste che il deputato leghista Antonino Minardo fa al Governo attraverso una interrogazione a risposta scritta presentata venerdì scorso alla Camera.   Minardo ricorda che l’articolo 3, comma 5, del DL 138/2011 ha dettato una serie di princìpi cui gli ordinamenti professionali devono uniformarsi, tra i quali vi è l’obbligo per il professionista di seguire percorsi di formazione permanente.   “È certamente vero - spiega - che la formazione obbligatoria continua per i professionisti iscritti agli ordini e collegi, assume un ruolo di garanzia per la collettività in quanto l’aggiornamento delle proprie competenze professionali è imprescindibile ed essenziale, ma appare,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: December 10, 2019, 6:00 am

10/12/2019 – Il bonus facciate 90% tenta di coordinarsi con le altre detrazioni fiscali sulla casa. È l’obiettivo dell’emendamento (25.2000) presentato dai relatori, che circoscrive l’agevolazione agli edifici situati nelle zone A e B e specifica su quali parti dell’edificio devono essere realizzati i lavori. L'emendamento estende anche la detrazione a professionisti, imprese e autonomi, ma con aliquota al 50%. Quest'ultimo passaggio sembra incerto. Nel corso dell'esame, gli stessi relatori hanno presentato un altro emendamento, (25.2000 testo 2), che non fa nessun riferimento agli edifici produttivi.    Bonus facciate 90%, edifici e interventi ammessi   Entrambi gli emendamenti prevedono che le spese, sostenute nel 2020, per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A (centri storici) e B (totalmente o parzialmente edificate) hanno diritto..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 10, 2019, 6:00 am

10/12/2019 - La cultura è uno dei motori trainanti dell’economia italiana, uno dei fattori che più esaltano la qualità e la competitività del made in Italy. Il Sistema Produttivo Culturale e Creativo, fatto da imprese, PA e non profit, fattura quasi 96 miliardi di euro e attiva altri settori dell’economia, arrivando a muovere, nell’insieme, 265,4 miliardi, equivalenti al 16,9% del valore aggiunto nazionale.   Un dato comprensivo del valore prodotto dalle filiere del settore, ma anche di quella parte dell’economia che beneficia di cultura e creatività e che da queste viene stimolata, a cominciare dal turismo. Una ricchezza che si riflette in positivo anche sull’occupazione: il solo Sistema Produttivo Culturale e Creativo dà lavoro a 1,55 milioni di persone, che rappresentano il 6,1% del totale degli occupati in Italia.   Nel complesso, quello produttivo culturale e creativo è un sistema con il..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: December 10, 2019, 6:00 am

10/12/2019 - Con l’approvazione del Decreto Fiscale, che ha ottenuto il via libera della Camera, arrivano le ritenute fiscali negli appalti e nei subappalti di importo superiore a 200mila euro.   Il nuovo meccanismo debutterà dal prossimo anno, ma non piace al mondo imprenditoriale, che continua a sperare in una modifica. Il testo inizia oggi in Senato l’iter per l’approvazione. Non ci sono i margini per ulteriori modifiche parlamentari, ma sono stati formulati una serie di ordini del giorno per la revisione del nuovo strumento.   Appalti e pagamento delle ritenute Dal 1° gennaio 2020, l’obbligo di versamento delle ritenute fiscali per i lavoratori impiegati nell’appalto sarà effettuato direttamente dal committente, cui l’appaltatore o il subappaltatore deve anticipare le somme. Questa regola si applicherà ai contratti di importo superiore a 200mila euro, caratterizzati dal prevalente utilizzo di manodopera.   L’appaltatore..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 10, 2019, 6:00 am

09/12/2019 – Potrebbe essere riconsiderata la possibilità di affidare i lavori sul progetto di fattibilità. Almeno stando alle impressioni di OICE, Associazione delle società di ingegneria e architettura aderente a Confindustria, che ha riscontrato un clima costruttivo e disteso durante le audizioni tenutesi presso la Commissione giuridica incaricata dal Mit di predisporre lo schema del regolamento unico del Codice Appalti.   Diverse le richieste di modifica avanzate dalle associazioni del settore, che lamentano la mancanza di norme sull’utilizzo del BIM e poca chiarezza sul subappalto, soprattutto dopo la bocciatura da parte dell’UE.   I tempi stringono e sarà difficile rispettare il termine del 16 dicembre, stabilito dal Decreto Sblocca Cantieri, per l’adozione del testo definitivo.   OICE: ‘clima positivo su centralità del progetto’ OICE ha apprezzato il clima costruttivo della Commissione...
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 9, 2019, 6:00 am

09/12/2019 - “Con la crisi abbiamo assistito alla crescita di lavoro nero, lavoro grigio (cioè con ore di lavoro solo in parte dichiarate), applicazione di contratti diversi da quelli edili, per un’evasione nel 2018, solo contributiva, di quasi 4 miliardi di euro, che interessa almeno 400 mila persone.   Questo è quanto emerge proiettando nel settore delle costruzioni i dati di Istat, Agenzia delle Entrate, Ispettorato Nazionale del Lavoro.   A questo dato andrebbe poi aggiunto quello di circa 150 mila lavoratori edili che vengono inquadrati con altri contratti: multiservizi, metalmeccanico artigiano, agricolo forestale e addirittura colf e badanti. La flat tax, inoltre, favorisce il ricorso al falso lavoro autonomo. E si consideri, infine, che dove vi è lavoro irregolare o applicazione di contratti in dumping il numero degli infortuni gravi e spesso mortali è, purtroppo, all’ordine del giorno”.   Così dichiarano..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: December 9, 2019, 6:00 am

09/12/2019 – Sono strutture antichissime, capolavori dell’ingegneria e dell’architettura che da secoli sfidano le forze della natura. Arroccati sulle montagne o nascosti tra le caverne, gli eremi da luoghi isolati si sono trasformati in attrazioni turistiche, all’interno di percorsi naturalistici, dove è ancora possibile trascorrere momenti di pace.   Eccone alcuni in Italia   Eremo di San Bartolomeo in Legio, Roccamorice - Pescara Si trova sulla Majella e le sue origini sono anteriori all’XI secolo. La cappella e gli altri vani sono stati scavati nella roccia.  Foto: Lucadideo [CC BY-SA 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)]   Eremo delle Carceri, Assisi - Perugia In questo eremo si riunivano a pregare e meditare San Francesco e i suoi discepoli.  Foto: Wikipedia La struttura, come la si può vedere oggi, è il frutto di lavori di ampliamento realizzati dal 1400.  Foto: pizzodisvevo..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 9, 2019, 6:00 am

09/12/2019 – A partire dalle ore 12:00 di oggi, i professionisti under 46 residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e nelle aree del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e 2017 possono accedere agli incentivi previsti da ‘Resto al Sud’ e presentare i progetti sulla piattaforma online di Invitalia.   È stata, infatti, pubblicata la Circolare 22/2019, che modifica la circolare del 2017 in attuazione del DM 134/2019, con le modalità operative per inviare le domande relative alla misura ‘Resto al Sud’ con una dotazione finanziaria complessiva di 1.250 milioni di euro.   Resto al Sud per professionisti La nuova circolare, oltre ad indicare la data di apertura dello sportello di Invitalia, conferma l’innalzamento dell’età dei beneficiari da 35 a 45 anni e consente l’invio della domanda di contributo anche per le attività libero-professionale svolte..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: December 9, 2019, 6:00 am

09/12/2019 – La trasformazione di un balcone in una veranda, poiché si configura come ‘ristrutturazione edilizia’, è agevolata con il bonus 50% per le ristrutturazioni e permette anche di accedere al bonus mobili.   Bonus ristrutturazioni per la realizzazione di verande L’Agenzia delle Entrate, nelle sue guide, spiega che gli interventi sulle verande accedono alla detrazione Irpef del 50% per le ristrutturazioni:  - se vengono introdotte innovazioni rispetto alla situazione precedente; - in caso di nuova costruzione con demolizione del muro che dà sul balcone creando aumento di superficie lorda di pavimento; - in caso di trasformazione di balcone in veranda.   In particolare, tali interventi vengono classificati dall’Agenzia come ‘ ristrutturazione edilizia’, categoria che racchiude tutte le opere che “mirano a trasformare un fabbricato” rendendolo “del tutto o in parte diverso dal..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: December 9, 2019, 6:00 am

06/12/2019 – In bilico la proroga del Piano Casa in Puglia. Fino a qualche giorno fa sembrava che le misure per il rilancio dell’edilizia, in scadenza al 31 dicembre 2019, dovessero essere prorogate, senza modifiche, al 31 dicembre 2020.   La proroga dovrebbe essere l’ultima. Poi il Piano Casa lascerebbe il posto alle misure strutturali contenute nel disegno di legge sulla bellezza del territorio pugliese, in fase di approvazione. Durante la discussione del ddl per la proroga del Piano Casa in Consiglio Regionale, è stato però approvato un emendamento che ha causato una spaccatura nella maggioranza e il mancato raggiungimento del numero legale per l’approvazione della legge.   Piano Casa Puglia, il ddl per la proroga Il ddl prevede la proroga del Piano Casa al 31 dicembre 2020 e sposta al 1° agosto 2019, anche la data entro la quale gli immobili devono risultare “esistenti” per poter essere interessati dagli..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 6, 2019, 6:00 am

06/12/2019 - Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) ha assegnato 12,5 milioni di euro ai Comuni per la progettazione della messa in sicurezza di edifici e strutture pubbliche, con priorità alle scuole.   È stato infatti pubblicato sul sito web del MIT il decreto 15584 del 3 dicembre 2019 di ammissione al cofinanziamento statale di 12.437.500,00 euro delle progettazioni dei Comuni, nell’ambito dei complessivi 90 milioni di euro per il triennio 2018-2020 del Fondo Progettazione Enti Locali.   Il MIT ha ricevuto 1154 domande di accesso al Fondo, per complessive 2163 progettazioni, a valere sulle risorse stanziate per gli anni 2018, 2019 e 2020. Al termine dell’istruttoria, sono state finanziate 1663 progettazioni.   In base alle risorse disponibili per gli anni 2018 e 2019, sono ammesse a cofinanziamento statale le prime 833 progettazioni. Con successivo decreto verrà approvato l’elenco delle progettazioni..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: December 6, 2019, 6:00 am

06/12/2019 – Può accedere al regime forfettario nel 2020 chi nel 2019 ha superato i 65.000 euro di fatturato ma nel 2020 presume di non superarli?   La risposta dell’Agenzia delle Entrate alla domanda di un contribuente arriva tramite la posta di FiscoOggi.   Regime forfettario 2020: necessario possedere i requisiti nel 2019   L’Agenzia delle Entrate ha ricordato che per accedere al regime forfettario è necessario non superare i 65 mila euro di ricavi nell’anno precedente; di conseguenza chi vuole passare al forfettario nel 2020 deve tener presente i ricavi del 2019.   Se nel 2019 è stato superato il limite dei ricavi/compensi, non sarà possibile passare nel 2020 al regime forfettario.   ‘Reddito presunto’ nel 2020: ecco chi può accedere al forfettario L’Agenzia precisa che solo chi inizia un’attività può avvalersi di questo regime comunicando, nella dichiarazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: December 6, 2019, 6:00 am

05/12/2019 – Professionisti e imprenditori che, nelle tre annualità precedenti, non hanno esercitato alcuna attività, si vedranno chiudere d’ufficio la Partita Iva.   Con un provvedimento adottato nei giorni scorsi, l’Agenzia delle Entrate ha dato attuazione al meccanismo automatico di chiusura introdotto dal Decreto Fiscale del 2016.   Partite Iva inattive, come individuarle Il Decreto Fiscale del 2016 ha modificato il Dpr 633/1972 introducendo, nell’articolo 35, il comma 15-quinquies in base al quale l’Agenzia delle Entrate procede d’ufficio alla chiusura delle Partite Iva che risultano non aver esercitato l’attività professionale o di impresa nelle tre annualità precedenti.   Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate definisce i criteri, le modalità di applicazione della norma e le forme di comunicazione preventiva al contribuente. Viene stabilito, in primo luogo, che l’attività..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 5, 2019, 6:00 am

05/12/2019 – Il meccanismo dello sconto immediato in fattura, alternativo all’ecobonus e al sismabonus, sarà corretto per tutelare le piccole e medie imprese (PMI). Lo ha deciso, con una risoluzione, la Commissione Industria del Senato al termine delle audizioni sul tema.   La risoluzione ha impegnato anche il Governo a prevedere la stabilizzazione dell’ecobonus, compatibilmente con le risorse necessarie, e la semplificazione del Conto Termico per potenziare le misure a sostegno dell’efficientamento energetico.   Ecobonus e sismabonus, come potrebbe cambiare lo sconto in fattura La risoluzione ha impegnato il Governo a prevedere meccanismi di supporto temporanei a favore delle PMI, che altrimenti potrebbero avere difficoltà a praticare lo sconto immediato in fattura.  Un’ipotesi è “il ripristino transitorio della situazione ex-ante articolo 10 del c.d. Decreto Crescita”. Una sorta di abrogazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 5, 2019, 6:00 am

05/12/2019 – L'installazione dell'impianto di allarme o di un dispositivo antintrusione, in quanto rientrante nei lavori che danno diritto alla detrazione prevista per la ristrutturazione, può dare diritto al bonus mobili?   La questione, per quanto più volte chiarita dall’Agenzia delle Entrate (sia tramite la posta di FiscoOggi sia tramite circolari) crea ancora molta confusione in quanto molti partono dal presupposto (sbagliato) che tutti gli interventi agevolati dal bonus ristrutturazioni attivano il bonus per l’acquisto di arredi.   I dispositivi antintrusione permettono l’accesso al bonus arredi? Come chiarito dall’Agenzia nella Circolare 10/2014, i dispositivi antifurto possono beneficiare del bonus mobili solo se per la loro installazione sono necessari degli interventi edilizi.   Tramite la posta di FiscoOggi, l’Agenzia ha anche sottolineato che generalmente non spetta l’agevolazione per l’acquisto..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: December 5, 2019, 6:00 am

05/12/2019 – Per bloccare un ordine di demolizione, la richiesta di sanatoria deve riguardare tutto il manufatto abusivo e non le singole porzioni. Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza 29088/2019.   Richiesta di sanatoria, il caso I giudici si sono pronunciati sul caso di un ordine di demolizione di un manufatto abusivo. Per bloccarlo, i nuovi proprietari, che avevano ereditato la costruzione dopo la realizzazione degli abusi edilizi, avevano presentato istanze di sanatoria individuali.   Ogni istanza di sanatoria, però, riguardava singole porzioni dell’immobile e non considerava la costruzione nel suo complesso.   Secondo i proprietari, sommando le singole istanze si sarebbe comunque arrivati alla sanatoria di tutto il fabbricato.   Richiesta di sanatoria, Cassazione: deve riguardare l’intero immobile I giudici della Cassazione hanno respinto le richieste dei proprietari partendo dal principio che la concessione edilizia..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 5, 2019, 6:00 am

05/12/2019 – Quando bisogna fare piccoli lavori in casa o delle lavorazioni su dei materiali, risultano indispensabili degli utensili specifici per l’attività richiesta. Una particolare categoria di utensili è rappresentata dagli elettroutensili, ovvero quegli attrezzi che sono alimentati elettricamente, in genere grazie ad un motorino elettrico, che sostituisce o coadiuva l’applicazione manuale richiesta all’operatore.   Elettroutensili Gli elettroutensili sono una evoluzione dei semplici utensili manuali e consentono, in certi casi, di effettuare operazioni più accurate e in tempi più rapidi a tutto vantaggio della ottimizzazione e della efficienza dei processi lavorativi. Elettroutensili idonei ad ogni tipo di lavoro sono diffusamente impiegati nella pratica quotidiana di cantieri edili e stradali, laboratori ed officine artigiane, attività industriali, lavori di impiantisti ed installatori, manutentori, montatori,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: December 5, 2019, 6:00 am

04/12/2019 - Dei 30.000 tra ponti, viadotti e gallerie che si trovano sui circa 100 mila chilometri di strade gestiti dalle Province delle Regioni a Statuto Ordinario, circa 2.000 necessitano di interventi urgenti, per poco meno di 4.000 sono già noti gli interventi necessari mentre per oltre 14.000 occorrono indagini tecnico diagnostiche.   Ponti e viadotti, Province: ‘servono 3,2 miliardi di euro’ Per il primo gruppo di 6.000 opere, le risorse necessarie per intervenire ammontano a 2 miliardi e 454mila euro, per il secondo la stima dei costi ammonta a circa 566 milioni di euro; il totale delle risorse necessarie è pari a 3,2 miliardi di euro.   I dati arrivano dall’Unione delle Province Italiane (UPI), interpellata dai Provveditori Regionali alle Opere Pubbliche per effettuare un monitoraggio sulle opere infrastrutturali in gestione. L’UPI ha chiesto alle 76 Province di inviare i dati distinguendo tra: - le opere già sottoposte..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: December 4, 2019, 6:00 am

04/12/2019 – Un portale nazionale delle classificazioni sismiche (PNCS) per facilitare l’accesso al sismabonus. La piattaforma è stata presentata lo scorso 8 novembre da Casa Italia alla Rete delle Professioni tecniche (RPT).   All’incontro sono intervenuti anche i rappresentanti della Conferenza Unificata, Agenzia delle Entrate, Istat, Ministero delle infrastrutture e Trasporti (Mit), Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, Enea, Dipartimento Funzione Pubblica, Team per la trasformazione digitale.   Portale nazionale classificazioni sismiche, come funzionerà Il Consiglio nazionale degli Ingegneri (CNI), con una circolare rivolta ai propri iscritti, ha spiegato il funzionamento del nuovo portale.   Una volta a regime, fungerà da piattaforma per il conferimento dei dati di classificazione sismica delle costruzioni, utili per l’accesso al sismabonus e per la verifica dell’applicazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 4, 2019, 6:00 am

04/12/2019 – L’acquisto di una casa può pesare notevolmente sul patrimonio della famiglia. Con la crisi in atto, molti contribuenti rimandano la spesa, peggiorando inevitabilmente la condizione delle imprese, che si trovano a dover gestire un magazzino di immobili invenduti.   Negli anni sono state messe a punto delle agevolazioni fiscali per stimolare l’acquisto di immobili nuovi o con determinate caratteristiche di prestazione energetica e sicurezza antisismica, direttamente dalle imprese di costruzione o ristrutturazione. Alcune detrazioni sono ancora in vigore, altre sono scadute, ma dal 2020 potrebbero arrivare ulteriori bonus.   Sismabonus acquisto case antisismiche Secondo le norme sul sismabonus chi acquista una casa antisismica situata in una zona che, in base all’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 3519/2006 risulta classificata a rischio sismico 1, 2 o 3, può ottenere una detrazione fiscale pari..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 4, 2019, 6:00 am

04/12/2019 – Cresce l'attesa per capire se l’accredito sul conto alternativo all’Ecobonus e al Sismabonus vedrà la luce. La misura, contenuta negli emendamenti 19.37 (Italia Viva), 19.38 (PD) e 24.2 (PD) al disegno di legge di Bilancio per il 2020, avrebbe dovuto affrontare l'esame della Commissione Bilancio del Senato. Le sedute sono state via via sconvocate, lasciando gli addetti ai lavori col fiato sospeso.   Il nuovo strumento, ipotizzato con gli emendamenti, potrebbe completare il panorama delle detrazioni fiscali sulla casa, correggendo il tiro del Decreto “Crescita”, che in estate ha introdotto lo sconto immediato in fattura, creando difficoltà per le piccole e medie imprese.   Accredito alternativo a ecobonus e sismabonus Se gli emendamenti saranno approvati, in alternativa all’opzione dello sconto immediato in fattura, il privato committente potrà scegliere di ricevere un credito di importo pari all’ammontare..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 4, 2019, 6:00 am

04/12/2019 - Lo sconto in fattura alternativo alle detrazioni fiscali per i lavori di efficientamento energetico e riqualificazione sismica degli edifici (ecobonus e sismabonus), previsto dall’articolo 10 del Decreto Crescita, è un’opportunità ed una garanzia di trasparenza per il lavoro dei liberi professionisti. La pensa così Fondazione Inarcassa, la Fondazione degli Architetti e Ingegneri Liberi Professionisti Iscritti ad Inarcassa.   “Rispetto alla cessione del credito tradizionale, con questa misura, anche al libero professionista è garantita la libertà di applicare lo sconto, non più prerogativa e appannaggio della sola impresa, scongiurando così ogni forma di potenziale conflitto d’interessi”. Ha dichiarato Egidio Comodo, Presidente di Fondazione Inarcassa.   “In questo modo, lo sconto in fattura garantisce che le prestazioni progettuali e di direzione lavori non siano più..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: December 4, 2019, 6:00 am

03/12/2019 - Il Consiglio dei Ministri di ieri sera ha dichiarato lo stato di emergenza per i territori delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto, interessati dagli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati nei mesi di ottobre e novembre 2019.   La decisione estende gli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottato il 14 novembre scorso che, ricordiamo, ha stanziato 17 milioni per Alessandria e 20 milioni di euro per Venezia ai quali si aggiungeranno 65 milioni di euro per la salvaguardia della laguna annunciati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e 1 miliardo di euro in 10 anni per rifinanziare la legge speciale per Venezia, chiesti dal Parlamento.   Ieri sera il Governo ha deliberato un primo stanziamento di 100 milioni di euro, così ripartiti:   Liguria 39.950.673,95 euro; Emilia Romagna 24.438.027,72 euro; Piemonte..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: December 3, 2019, 6:00 am

03/12/2019 – Le ritenute fiscali negli appalti e nei subappalti riguarderanno solo i contratti oltre i 200mila euro e ad alto contenuto di manodopera. Lo ha stabilito un emendamento al disegno di legge Fiscale, approvato dalla Commissione Finanze della Camera.   Decreto Fiscale, le ritenute fiscali Il Decreto Fiscale ha previsto che il versamento delle ritenute fiscali per i lavoratori impiegati nell’appalto sia effettuato direttamente dal committente, cui l’appaltatore o il subappaltatore deve anticipare le somme.   L’introduzione della misura nasce dalla necessità di arginare il fenomeno per cui alcune imprese recuperano il prezzo più basso offerto con il mancato o tardivo versamento delle ritenute per il lavoro dipendente o assimilato.   Decreto Fiscale, ritenute solo oltre i 200mila euro Dopo alcune proteste degli addetti ai lavori, di cui l’Associazione nazionale costruttori edili (Ance) si è fatta portavoce,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 3, 2019, 6:00 am

03/12/2019 - Scatterà tra meno di un mese, il 1° gennaio 2020, il secondo scaglione di opere per le quali sarà obbligatorio l’utilizzo del Building Information Modeling (BIM).   Il Decreto BIM (DM 560/2017), infatti, ha introdotto, a partire dal 2019, l’obbligo di utilizzare metodi e strumenti elettronici di modellazione per le opere pubbliche, secondo la seguente scansione temporale: - dal 2019 per le opere oltre i 100 milioni di euro; - dal 2020 per i lavori complessi oltre i 50 milioni di euro; - dal 2021 per i lavori complessi oltre i 15 milioni di euro; - dal 2022 per le opere oltre i 5,2 milioni di euro; - dal 2023 per le opere oltre 1 milione di euro; - dal 2025 per tutte le nuove opere.   Il Decreto BIM, infatti, ha stabilito le modalità e i tempi di progressiva introduzione, da parte delle stazioni appaltanti, delle amministrazioni concedenti e degli operatori economici, dell’obbligatorietà dei metodi..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: December 3, 2019, 6:00 am

03/12/2019 – Le multe per professionisti e imprese che non accettano pagamenti con carte di credito e bancomat non passano. La Commissione Finanze della Camera ha approvato un emendamento al disegno di legge per la conversione del Decreto Fiscale che sopprime le sanzioni a carico di chi non accetta pagamenti elettronici.   Restano invece in piedi gli incentivi all’utilizzo del POS, pari al 30% delle commissioni addebitate agli esercenti.   Decreto Fiscale, obbligo di POS e sanzioni Per rendere operativo l’obbligo di dotarsi del Pos e mettere in atto delle strategie per la lotta all’evasione e al sommerso, il Decreto Fiscale ha previsto l’introduzione di una sanzione.   Dal 1° gennaio 2020, professionisti e altri esercenti sarebbero stati colpiti dalla multa se avessero rifiutato pagamenti elettronici di qualunque importo. La sanzione avrebbe avuto un importo pari a 30 euro più il 4% del valore del pagamento rifiutato.   Nonostante..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 3, 2019, 6:00 am

03/12/2019 - Per ottenere il bonus mobili ed elettrodomestici, è necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione sia precedente a quella di acquisto dei beni. Tuttavia, l’agevolazione per gli acquisti effettuati nel 2019 spetta solo se gli interventi di recupero del patrimonio edilizio sono iniziati a partire dal 1° gennaio 2018.   La precisa condizione che la legge pone riguarda quindi le date che delimitano l’arco temporale entro cui i lavori devono essere effettuati per poter costituire il presupposto al diritto di fruire del bonus mobili.   Ma andiamo con ordine. Un contribuente spiega di aver terminato da circa 3 mesi i lavori di ristrutturazioni della sua casa, lavori per i quali chiederà la detrazione Irpef del 50%. La domanda che pone è: “volendo ora comprare dei mobili e usufruire del relativo bonus, esiste un termine dalla fine dei lavori entro il quale effettuare l’acquisto?”.   L’Agenzia..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: December 3, 2019, 6:00 am

02/12/2019 - Tra Cina e Corea del Nord, non lontano dai confini della Russia, c’è la regione del Changbaishan, caratterizzata da temperature rigide, che in invero arrivano a toccare i -45°C. Il luogo ideale per sfidarsi a suon di neve e ghiaccio.   Ed è proprio quello che ha fatto, in occasione del “Changbaishan International Ice and Snow Sculpture Competition”, un gruppo di rappresentative, provenienti da vari Paesi, che ha scolpito architetture ed elementi decorativi ispirati alla tradizione. Un modo per dimostrare la maestria dei partecipanti e far conoscere le proprie bellezze ricostruendo opere “a tempo” destinate a dissolversi.   Vediamone alcuni, che si sono distinti per dimensioni e cura del dettaglio. Tutte le immagini della manifestazione sono state messe a disposizione dal media partner, CreativeAcademy di CreativeIntelligence.   Il Colosseo, realizzato con blocchi di ghiaccio dal team italiano, non ha certo..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: December 2, 2019, 6:00 am

02/12/2019 – Può usufruire del bonus ristrutturazioni 50% anche il futuro acquirente di un immobile sul quale intende effettuare i lavori?   La risposta arriva dall’Agenzia delle Entrate tramite la posta di FiscoOggi.   Bonus ristrutturazioni per immobili da acquistare L’Agenzia chiarisce che la detrazione dall’Irpef delle spese sostenute per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio può essere fruita anche dal futuro acquirente di un immobile a condizione che sia stato stipulato e regolarmente registrato un contratto preliminare di vendita dell’unità immobiliare.   Più in generale, per beneficiare dell’agevolazione è necessario che alla data di presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale il contribuente si avvale della detrazione siano stati registrati il preliminare di acquisto o il rogito.   Inoltre, è necessario che l’acquirente sia stato immesso..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: December 2, 2019, 6:00 am

02/12/2019 – Concludere entro il prossimo anno la riforma che porterà al corso di laurea triennale abilitante per geometri, caratterizzato da un piano di studi altamente professionalizzante e da un impianto didattico capace di tutelare la specificità dell’indirizzo.   Questo l’obiettivo del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati (CNGeGL) ribadito nel corso del 45esimo Congresso nazionale tenutosi dal 28 al 30 novembre.   Laurea professionalizzante per geometri entro l'anno prossimo? Durante il convegno si sono riaccesi i riflettori sull’iter legislativo che porterà all’attivazione del corso di laurea triennale abilitante dedicato alla professione. I geometri puntano a ‘concludere la partita’ entro l’anno prossimo.   Ma qual è la differenza fondamentale tra le lauree triennali riservate ai professionisti tecnici e la nuova laurea per geometri? Un aspetto fondamentale per la Categoria..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: December 2, 2019, 6:00 am

02/12/2019 - Con un flusso di entrate contributive in aumento, al di sopra di 1 miliardo di euro, e un avanzo economico di oltre 428 milioni di euro, nel 2020 il patrimonio di Inarcassa raggiungerà gli 11,7 miliardi di euro.   Lo comunica la stessa Inarcassa, la Cassa di Previdenza degli Ingegneri e Architetti liberi professionisti, spiegando che le stime contenute nel Budget 2020, approvato dal Comitato Nazionale dei Delegati nell’adunanza del 28 e 29 novembre, hanno permesso di traguardare un risultato positivo legato al buon andamento della gestione previdenziale, di quella operativa e di quella patrimoniale.   “Affidiamo a questo bilancio di previsione il compito di traguardare il quinquennio di questa consiliatura - ha dichiarato il Presidente Giuseppe Santoro -, in coerenza con il Piano strategico 2015-2020. In questi anni impegnativi di mandato, abbiamo operato per il raggiungimento degli obiettivi in cui abbiamo sempre creduto: dal miglioramento..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: December 2, 2019, 6:00 am

29/11/2019 – L’Agenzia delle Entrate spiega come utilizzare in compensazione il bonus per la ristrutturazione degli impianti calcistici.   Infatti, con la Risoluzione 95/2019, ha istituito il codice di tributo “6907” per utilizzare il bonus, esclusivamente in compensazione con il modello F24, da parte delle società appartenenti alla Lega di serie B, alla Lega Pro e alla Lega nazionale dilettanti che hanno beneficiato dell’agevolazione.   Ristrutturazione impianti di calcio: come effettuare la compensazione Le Entrate hanno spiegato che per compensare il bonus sul modello F24 va indicato il nuovo codice “6907” denominato “Credito d’imposta per l’ammodernamento degli impianti calcistici - art. 1, comma 352, lettera a), della legge 27 dicembre 2017, n. 205”. Al momento di compilare il modello di pagamento il codice va inserito nella sezione “Erario” in corrispondenza delle somme indicate..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 29, 2019, 6:00 am

29/11/2019 - Misurare costantemente, tramite sensori, le caratteristiche dinamiche di ponti e viadotti per individuare eventuali variazioni del comportamento strutturale, ad integrazione delle periodiche attività di sorveglianza eseguite dai tecnici Anas.   È l’obiettivo di quattro bandi di gara da tre milioni di euro ciascuno, pubblicati in Gazzetta Ufficiale dall’Anas (Gruppo FS Italiane). Gli appalti, in accordo quadro, riguardano la fornitura e l’installazione di sensori accelerometrici sulle strutture portanti dei ponti.   In una nota, Anas spiega che le opere oggetto di monitoraggio strumentale sono circa 100, selezionate sulla base dell’importanza dell’itinerario servito, delle caratteristiche geometrico-strutturali nonché della posizione geografica, in relazione alla pericolosità sismica e idraulica del territorio.   Le misure acquisite dai sensori accelerometrici saranno analizzate da un..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 29, 2019, 6:00 am

29/11/2019 - “Rilanciare l’appalto integrato, sulla base di un progetto preliminare, significa mortificare la centralità del progetto”. Così il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori esprime il proprio dissenso sui contenuti della bozza di Regolamento attuativo del Codice dei contratti.   “La centralità del progetto costituisce un elemento fondamentale per la qualità delle opere pubbliche” - afferma il Presidente Giuseppe Cappochin. Siamo convinti che lo strumento migliore per rilanciarla e per promuoverla sia il concorso di progettazione a due gradi che oggi viaggia veloce sulle piattaforme informatiche, consentendo alle amministrazioni pubbliche di acquisire un progetto di fattibilità in tempi ridotti”.   “Basti pensare al ‘Parco del Ponte’, il concorso internazionale di progettazione, bandito dal Comune di Genova dopo il crollo del Ponte..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 29, 2019, 6:00 am

29/11/2019 – Al giro di boa i bonus sulla casa. Se, al momento, c’è la certezza che quasi tutte le detrazioni saranno confermate anche per il prossimo anno, il bonus verde è in bilico. Nel panorama delle agevolazioni ci sono anche delle novità, prima fra tutte il bonus facciate, ma qualcosa potrebbe cambiare anche per chi intende fruire dei bonus avvalendosi dello sconto immediato in fattura.    Bonus facciate Sarà la new entry delle detrazioni fiscali del 2020, ma ancora si discute sulla sua portata. Secondo la versione originale, contenuta nel disegno di legge di bilancio, la detrazione avrà un’aliquota del 90%, mentre non ci saranno tetti di spesa. L’agevolazione si applicherà a tutti gli interventi di rifacimento delle facciate degli edifici, comprese le manutenzioni ordinarie.   Sulla misura sono piovuti una serie di emendamenti. Il Movimento 5 Stelle ha proposto l’esclusione dei lavori di..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 29, 2019, 6:00 am

28/11/2019 – Un progettista, sia che lavori nel campo delle ristrutturazioni sia nelle nuove costruzioni, si avvale necessariamente di strumenti d'indagine, di rilievo e di misura.   Tra gli strumenti indispensabili per i progettisti ci sono quelli per i rilievi topografici e geodetici, i laser e i livelli ottici, gli scanner 3D e gli strumenti per il telerilevamento satellitare. Per chi opera in ambito geotecnico sono molto utili gli strumenti per le indagini geognostiche. Infine, per i tecnici che operano nel settore del risparmio energetico, sono fondamentali strumenti termografici o ad infrarossi.   Strumenti per rilievi topografici e geodetici Le operazioni topografiche hanno come scopo la misura di direzioni, distanze e dislivelli. Tra questi strumenti c’è TOPCON GT, una soluzione compatta e dalle elevate prestazioni, con motori a ultrasuoni leggeri e potenti che assicurano la massima precisione del tracciamento.   Un altro esempio..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 28, 2019, 6:00 am

28/11/2019 - L’Art Bonus, l’agevolazione fiscale al 65% per le donazioni in cultura introdotta nel 2014 dal Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo (Mibact) Dario Franceschini, ha superato i 400 milioni di euro ed è diventata un modello in Europa per il mecenatismo culturale.   Lo dice il Mibact in una nota. “Questi dati - afferma il Ministro Franceschini - dimostrano quanto questa misura stia funzionando e quanto i cittadini e le realtà economiche dei territori tengano alla cura del proprio patrimonio culturale.   “Per questo motivo, nei giorni della forte ondata di maltempo che ha colpito Matera, Venezia e la sua laguna, abbiamo avviato una iniziativa legislativa, accolta da un ampio sostegno parlamentare, per includere le chiese danneggiate dall’acqua alta e dal fango e detriti tra le realtà che possono fruire di questa forma di fiscalità di vantaggio”.   L’emendamento..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 28, 2019, 6:00 am

28/11/2019 – Pubblicata la graduatoria dei Comuni in zona a rischio sismico 1 e 2 che potranno beneficiare di quasi 30 milioni di euro per la progettazione di interventi di messa in sicurezza antisismica e idrogeologica.   È stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il comunicato relativo al DM 18 novembre 2019 che rende operative le risorse del Fondo progettazione per il 2019 tra i comuni che, entro il termine perentorio del 15 giugno 2019, hanno trasmesso al Ministero dell’interno apposite richieste ritenute ammissibili.   Progettazione antisismica e idrogeologica, 30 milioni per il 2019 Le risorse finanzieranno 310 attività di progettazione relative ad interventi di messa in sicurezza antisismica e idrogeologica, indicate nell’Allegato 1 al decreto, per un totale di circa 30 milioni di euro (esattamente 29.735.043 euro). La quota residuale ad esaurimento del fondo di 103.601,87 euro, è attribuita, a parziale copertura del..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 28, 2019, 6:00 am

28/11/2019 – Dal prossimo 1° dicembre l’identità digitale sarà anche professionale e faciliterà l’accesso ai servizi della pubblica amministrazione da parte dei professionisti.   L’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID), infatti, ha pubblicato le Linee guida per il rilascio delle identità digitali per uso professionale, regolamento cui le pubbliche amministrazioni e i privati potranno fare riferimento per verificare l’appartenenza di una persona fisica ad un’organizzazione e/o la sua qualità di professionista.   Identità digitale professionale: le linee guida Le indicazioni contenute nel regolamento individuano le modalità che gli Identity Provider devono seguire per il rilascio delle identità per uso professionale, consentendo di veicolare attraverso SPID, oltre ai dati della persona fisica, anche i dati dell’organizzazione di appartenenza per la quale si sta agendo..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 28, 2019, 6:00 am

28/11/2019 – Il bonus mobili permette di portare in detrazione altre spese oltre a quelle di acquisto?   Sì, infatti, tra le spese detraibili si possono includere quelle di trasporto e di montaggio dei beni acquistati, oltre a quelle per l’acquisto di mobili nuovi (escluso l’acquisto di porte, pavimentazioni, tende e tendaggi, altri complementi di arredo) e grandi elettrodomestici.   Bonus mobili 2019: cosa prevede Ricordiamo che la misura prevede una detrazione del 50%, con un tetto di 10mila euro per unità immobiliare, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione che abbia anche usufruito del bonus ristrutturazione.  Per avere l’agevolazione è indispensabile, infatti, realizzare una ristrutturazione edilizia e usufruire della relativa detrazione. Per ottenere..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 28, 2019, 6:00 am

27/11/2019 – Entrano in vigore il prossimo 21 dicembre le nuove norme antincendio per gli impianti termici di portata complessiva superiore a 35 kW, come ad esempio le centrali termiche per il riscaldamento di condomìni e scuole.   È stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 8 novembre 2019 che contiene la nuova regola tecnica per la progettazione, la realizzazione e l'esercizio degli impianti per la produzione di calore alimentati da combustibili gassosi, che va a modificare il DM 12 aprile 1996 sulla sicurezza degli impianti termici.   Antincendio impianti termici: campo di applicazione Le disposizioni contenute nel decreto si applicano alla progettazione, realizzazione e esercizio degli impianti per la produzione di calore civili extradomestici di portata termica complessiva maggiore di 35 kW alimentati da combustibili gassosi utilizzati per: 1) climatizzazione di edifici e ambienti; 2) produzione di acqua calda,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 27, 2019, 6:00 am

27/11/2019 - “La norma transitoria del Decreto Sblocca Cantieri, operativa fino al 2020, non consente l’affidamento di un appalto integrato sul progetto preliminare” ed “è inconcepibile nel Regolamento attuativo del Codice Appalti un ritorno infelice ad un modus operandi che ha prodotto i risultati peggiori della storia delle costruzioni in Italia”.   Così l’OICE, l’Associazione delle società di ingegneria e architettura, aderente a Confindustria, interviene sui contenuti della bozza di regolamento del Codice Appalti, che “prefigurerebbero un ritorno all’affidamento dei lavori - con l’appalto di progettazione e costruzioni (il c.d. appalto integrato) - sulla base del progetto preliminare”.   Per il Presidente Gabriele Scicolone, “premesso che stiamo parlando di indiscrezioni stampa su una bozza preliminare e che tutto dovrà essere verificato carte alla mano, la nostra posizione..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 27, 2019, 6:00 am

30/10/2019 – In caso di mancato versamento dei contributi ai lavoratori, il committente è sempre chiamato in causa. Con la sentenza 27382/2019, la Corte di Cassazione ha affermato che vige sempre la responsabilità solidale a carico del committente, anche quando l’impresa cui ha affidato l’incarico ha subappaltato i lavori a insaputa del committente e violando il contratto in cui era espressamente previsto il divieto di subappalto.   Responsabilità solidale e subappalto, il caso I giudici si sono pronunciati sul caso di un committente che aveva stipulato con un’impresa un contratto per la realizzazione di alcuni lavori. Il contratto escludeva la possibilità del subappalto, ma l’impresa aveva comunque affidato alcune lavorazioni ad un’altra società senza informare il committente.   Successivamente, era emerso che l’impresa subaffidataria non aveva versato i contributi dovuti ai lavoratori. L’Istituto..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 27, 2019, 6:00 am

27/11/2019 – Il bonus facciate, new entry nel panorama delle agevolazioni fiscali per chi intende ristrutturare casa, sta prendendo forma. La discussione sugli emendamenti al disegno di legge di Bilancio per il 2020 sta andando avanti e ha falciato le proposte che volevano legare gli interventi sulle facciate a quelli per il risparmio energetico.   Non avranno diritto al bonus neanche gli interventi di manutenzione ordinaria. Si tratta di modifiche provvisorie dal momento che il confronto è in corso. Non è però escluso che, con l’andare avanti della discussione, siano presentate ulteriori proposte che cambino ancora i connotati della detrazione.   Bonus facciate, tetto di spesa a 192mila euro Al momento ha superato la tagliola della Commissione Bilancio l’emendamento (25.1) del Movimento 5 Stelle, che propone un tetto di spesa doppio rispetto al bonus ristrutturazioni, quindi 192mila euro per il 2020 e 96mila euro per gli anni..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 27, 2019, 6:00 am

27/11/2019 – Nel 2020 il Miur bandirà gare per la messa in sicurezza delle scuole per un valore di un miliardo di euro. Lo ha annunciato il Ministro Lorenzo Fioramonti durante la riunione dell’Osservatorio nazionale per l'Edilizia scolastica, che si è svolta venerdì scorso a Rivoli in occasione della Giornata Nazionale per la Sicurezza nelle Scuole.   Edilizia scolastica, un miliardo di euro nel 2020 Come spiegato dal Ministro Fioramonti, non si tratta di nuove risorse stanziate ex novo, ma di economie di gara registrate dal Miur nell’ambito degli interventi realizzati con i finanziamenti per l’edilizia scolastica, come ad esempio i Mutui Bei e le iniziative “Scuole Sicure” o “Scuole Antisismiche”.   Le risorse, ha affermato Fioramonti, saranno erogate con assegnazione diretta, con bandi che saranno pubblicati dal prossimo anno.   Edilizia scolastica, le risorse in campo Durante la riunione,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 27, 2019, 6:00 am

26/11/2019 – La certificazione dei professionisti sui progetti non basterà ad accelerare i tempi di ricostruzione post sisma in quanto la situazione è resa immobile e confusa dal quadro legislativo generale che si è concepito in questi anni.    Ad affermarlo la Rete delle Professioni Tecniche (RPT) che ha duramente criticato il Decreto Sisma, approvato dalla Commissione Ambiente e Territorio della Camera, senza tener conto delle richieste fatte dai professionisti tecnici.   Ricostruzione post sisma: con la certificazione dei tecnici nessuna accelerazione RPT contesta l’autocertificazione dei progetti redatti dai professionisti; in questo modo “si assegnano a questi ultimi ulteriori responsabilità in una situazione resa immobile e confusa dal quadro legislativo generale che si è concepito in questi anni”.   Ricordiamo che il Decreto prevede la possibilità di ottenere subito il contributo per la..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 26, 2019, 6:00 am

26/11/2019 – Nell’ambito dell’appalto integrato saranno consentite verifiche successive all’aggiudicazione, a condizione che i costi di realizzazione dell’opera non aumentino.   È uno dei meccanismi contenuti nella bozza del regolamento attuativo del Codice Appalti. Il testo, messo a punto dai tecnici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit), dovrebbe essere approvato entro il 16 dicembre, come previsto dal decreto Sblocca Cantieri. A partire dalla sua entrata in vigore, spazzerà via il sistema di “soft law” composto dalle linee guida dell’Anac e dai decreti ministeriali attuativi del Codice Appalti.   Appalto integrato e indagini post aggiudicazione Con lo Sblocca Cantieri è stato reintrodotto l’appalto integrato fino al 31 dicembre 2020. Si tratta, lo ricordiamo, di una modifica temporanea, per dare sostegno al mercato delle costruzioni nell’attesa che venga completata..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 26, 2019, 6:00 am

26/11/2019 - “Il primo decreto legge totalmente ambientale realizzato in Italia. Una misura che il governo ha ritenuto urgente e necessaria”. Così il Ministero dell’Ambiente definisce il Decreto Clima, la cui legge di conversione è stata approvata dal Senato nei giorni scorsi e ora è all’esame della Camera.   Cambiamenti climatici, i dati L’Italia - ricorda il Ministero, citando la rivista The Lancet - è prima in Europa per morti premature da esposizione alle polveri sottili PM2.5, le vittime nel 2016 sono state ben 45.600. “Il clima e la qualità dell’aria sono temi ai quali la politica non può più derogare, perché ad essere minacciata è la salute dell’umanità”.   Il rapporto ‘Cambiamenti clima­tici, desertificazione, degrado terrestre, sostenibilità del territorio, sicurezza alimentare e flussi di gas serra negli ecosistemi terre­stri’..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 26, 2019, 6:00 am

26/11/2019 – A partire dal 9 dicembre 2019 gli under 46 ed i professionisti residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e nelle aree del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e 2017 potranno accedere agli incentivi previsti da ‘Resto al Sud’ e presentare i progetti sulla piattaforma online di Invitalia.   È stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 134/2019 relativo all'ampliamento della platea dei beneficiari della misura ‘Resto al Sud’ con una dotazione finanziaria complessiva di 1.250 milioni di euro.   Resto al Sud, come funziona per i professionisti Il decreto definisce l’attività libero-professionale come quella svolta da “soggetti iscritti in ordini o collegi professionali nonché dagli esercenti le professioni non organizzate in ordini o collegi disciplinate dalla legge 14 gennaio 2013, n. 4”.     Grazie alle modifiche..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 26, 2019, 6:00 am

25/11/2019 - “L’evento che si è verificato sull’autostrada A6 Torino-Savona è simile a quello di qualche anno fa in Sicilia, che interessò il viadotto di Scillato. Come esempio cito anche il crollo del ponte sul Rio Santa Lucia, della statale n.195 tra Cagliari e Capoterra dello scorso anno, ma sono purtroppo tante le criticità di tipo idrogeomorfologico che interessano le infrastrutture del Paese”.     Queste le parole di Francesco Peduto, Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi intervenendo sul crollo del viadotto ‘Madonna del Monte’ sull’A6 Torino-Savona a causa di una frana. “Si stima - spiega Peduto - che circa il 90% delle problematiche legate alle infrastrutture italiane sono determinate non da fattori strutturali, bensì dovute a criticità idrogeologiche. In tal senso, le parole d’ordine sono sempre le stesse: prevenzione, manutenzione del territorio e delle..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 25, 2019, 6:00 am

25/11/2019 - Per i periodi di imposta in corso dal 1° gennaio 2020 al 2022, alle imprese alberghiere esistenti alla data del 1° gennaio 2017, potrebbe essere riconosciuto un credito di imposta per i lavori di ristrutturazione edilizia e l’ammodernamento delle strutture ricettive.   La proposta è contenuta in uno degli emendamenti dei relatori al ddl di conversione del Decreto Fiscale in esame alla Camera.   La misura ripropone quella introdotta qualche anno fa dal Decreto ArtBonus che riconosceva il bonus per gli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e di risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, di eliminazione delle barriere architettoniche, di incremento dell’efficienza energetica e per l’acquisto di mobili e componenti d’arredo. Secondo l’emendamento al Decreto Fiscale, il credito di imposta sarà pari al 30% delle spese sostenute, fino ad un massimo di 200.000 euro nei periodi di..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 25, 2019, 6:00 am

25/11/2019 – Novità in arrivo per gli impianti di climatizzazione e condizionamento considerati rilevanti ai fini della sicurezza antincendio: presto potrebbero prevedere l’utilizzo di fluidi refrigeranti a minor incidenza sull'effetto serra anche se ‘poco infiammabili’.   È stata inviata, infatti, alla Commissione europea lo scorso 11 novembre la bozza di DM recante “Disposizioni di prevenzione incendi per gli impianti di climatizzazione inseriti nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi”.   Antincendio: le novità per impianti di condizionamento Il DM sancisce il via libera all'uso di fluidi refrigeranti a minor incidenza sull'effetto serra seppur classificati come a bassa infiammabilità. Ad oggi, infatti, è obbligatorio usare solo fluidi refrigeranti non infiammabili o non infiammabili e non tossici negli impianti di condizionamento presenti all’interno delle..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 25, 2019, 6:00 am

25/11/2019 – Da Nord a Sud dell’Europa, architettura e mobilità sostenibile sono sempre più connesse. Spazi urbani vengono ridisegnati, le stazioni diventano spazi di aggregazione e da “non luoghi” si trasformano in punti di riferimento per le città.   Legambiente, nel corso del convegno “L’architettura della nuova mobilità”, organizzato nei giorni scorsi in collaborazione con Ferrovie dello Stato, ha raccontato l’esperienza di alcune città molto diverse tra loro.   Scalo Farini e San Cristoforo, Milano Verde e sostenibilità sono il cuore del progetto per la riqualificazione delle aree che sorgono intorno a scali ferroviari dismessi. Il concorso, lanciato a ottobre 2018, è stato vinto da OMA e Laboratorio Permanente. L’iniziativa si inserisce nell’Accordo di Programma sottoscritto nel 2017 dal Comune di Milano, Regione Lombardia, Ferrovie dello Stato Italiane (con Rete..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 25, 2019, 6:00 am

25/11/2019 – Si chiama “Programma Casa Mia” e prevede uno stanziamento di 16,7 miliardi di euro per la realizzazione di 600mila alloggi di edilizia sociale a consumo di suolo zero, antisismici e con elevate prestazioni energetiche. La proposta è stata formalizzata dal Movimento 5 Stelle con un emendamento del senatore Marco Pellegrini al disegno di legge di Bilancio 2020.   Casa Mia, programma di quindici anni Le risorse, stanziate fino al 2034, si sommeranno alle politiche di edilizia residenziale pubblica attuate dagli enti territoriali.   Sarà finanziata la progettazione e realizzazione di alloggi sociali. Oltre alla riduzione del consumo di suolo, alla sicurezza antisismica e all’efficientamento energetico, lo scopo del programma è la promozione, da parte dei Comuni, di politiche urbanistiche mirate alla rigenerazione dei tessuti degradati.   Il 5% degli alloggi sarà destinato alla locazione temporanea dei residenti..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 25, 2019, 6:00 am

25/11/2019 – I redditi medi delle professioni ordinistiche si attestano sui 36 mila euro ma esiste una forte discrepanza tra le diverse professioni; ad esempio il reddito medio di ingegneri e architetti è circa 25 mila euro ma se ci si sposta nel regime forfettario la media scende a 10 mila euro.      Questi alcuni dati messi in luce dal Rapporto 2019 sulle libere professioni in Italia, curato dall'Osservatorio libere professioni di Confprofessioni, coordinato dal professor Paolo Feltrin, e presentato giovedì scorso a Roma durante il Congresso nazionale dei professionisti italiani, promosso dalla Confederazione italiana libere professioni.   Redditi dei professionisti: ingegneri e architetti in calo L'analisi sui redditi professionali, basata sui dati dell’Associazione degli Enti Previdenziali Privati (AdEPP), mostra una forte polarizzazione tra chi vede aumentare in modo significativo i propri redditi e chi vede assottigliarsi..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 25, 2019, 6:00 am

22/11/2019 – In arrivo ulteriori 361 milioni di euro per 236 interventi subito cantierabili, volti a contrastare il fenomeno del dissesto idrogeologico e rientranti nel ‘Piano operativo sul dissesto idrogeologico per l’anno 2019’.   Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, infatti, ha trasmesso alla Presidenza del Consiglio il decreto che rende immediatamente effettivo lo stanziamento per il territorio nazionale.   Dissesto idrogeologico: i progetti I 361 milioni di euro stanziati dal Ministero sono destinati ad ulteriori progetti cantierabili, aggiungendosi ai finanziamenti già erogati alle regioni attraverso il Piano stralcio sul dissesto idrogeologico.   I fondi verranno erogati in via diretta, senza la stipula di successivi accordi di programma, come previsto dalla delibera CIPE 64/2019.   Gli interventi vanno dalla sistemazione di versanti franosi, al consolidamento e alla difesa idraulica, al ripascimento e difesa..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 22, 2019, 6:00 am

22/11/2019 – Tetti di spesa e obiettivi di efficientamento energetico. Il bonus facciate potrebbe assumere nuovi connotati, almeno stando agli emendamenti al disegno di legge di Bilancio 2020 segnalati dai gruppi parlamentari. Rispetto alla versione iniziale, le proposte introducono dei limiti alla nuova detrazione fiscale, che dovrebbe debuttare da gennaio.   Partita aperta sui lavori di manutenzione ordinaria sulle facciate. La bozza del ddl li annovera tra gli interventi agevolabili, alcuni emendamenti cercano di darne una definizione più precisa, ma il Movimento 5 Stelle vorrebbe escluderli, riservando la detrazione a lavori più impattanti.   Bonus facciate, tetto di spesa a 192mila euro Il bonus facciate abbozzato nel ddl di Bilancio non prevede limiti di spesa e si può ottenere anche con semplici lavori di manutenzione. Un emendamento del Movimento 5 Stelle (25.1) propone un tetto di spesa doppio rispetto al bonus ristrutturazioni,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 22, 2019, 6:00 am

22/11/2019 – Chi effettua lavori di efficientamento energetico potrà vedersi accreditare sul conto una somma pari alla detrazione fiscale. È la proposta per superare le criticità dello sconto alternativo all’ecobonus, contenuta in un emendamento dei relatori al disegno di legge per la conversione del Decreto Fiscale.   Accredito alternativo all’ecobonus L’emendamento prevede che, in alternativa all’opzione dello sconto immediato in fattura, il privato committente possa scegliere di ricevere un credito di importo pari all’ammontare della detrazione spettante per gli interventi realizzati.   Tale credito verrebbe erogato dallo Stato, in dieci rate annuali, su un conto corrente dedicato e non contribuirebbe alla formazione del reddito imponibile.   Come spiegato nella relazione illustrativa dell’emendamento, con la trasformazione della detrazione in una somma disponibile, il beneficiario potrebbe ottenere..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 22, 2019, 6:00 am

22/11/2019 – Inizia a prendere forma l’archivio informatico nazionale delle opere pubbliche (AINOP). È entrato in vigore il DM 8 ottobre 2019, attuativo del Decreto “Genova”, che definisce le modalità di condivisione dei dati relativi ad opere e lavori pubblici per consentire il monitoraggio costante sull’efficienza e la sicurezza delle infrastrutture e programmare eventuali interventi di riqualificazione e manutenzione.   Dal momento dell’entrata in vigore (21 novembre 2019) iniziano a decorrere i termini per caricare i dati nel sistema e completare il censimento delle opere. Le tempistiche variano a seconda della dotazione informatica dell’ente e dall’effettivo possesso di tutte le informazioni sulle opere. “Presto sul sito del Ministero delle Infrastrutture ci sarà il contatore delle opere sbloccate – ha commentato il Ministro Paola De Micheli - La sfida sarà trasformare le risorse stanziate..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 22, 2019, 6:00 am

22/11/2019 – Diventa operativo lo sconto immediato in fattura alternativo a ecobonus e sismabonus. Con la Risoluzione 96/E/2019, l’Agenzia delle Entrate ha fornito i codici tributo con cui le imprese possono recuperare gli sconti praticati ai clienti portandoli in compensazione.   Sconto in fattura, i codici per il recupero Per consentire ai fornitori e agli eventuali cessionari l’utilizzo in compensazione dei crediti d’imposta, tramite modello F24, l’Agenzia ha istituito i seguenti codici tributo: - “6908” denominato “ECOBONUS – Recupero dello sconto praticato dal fornitore – articolo 14, comma 3.1, del decreto-legge n. 63/2013, e succ. modif.”; - “6909” denominato “SISMABONUS – Recupero dello sconto praticato dal fornitore – articolo 16, comma 1-octies, del decreto-legge n. 63/2013, e succ. modif.”. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE ALL'ECOBONUS   In sede di compilazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 22, 2019, 6:00 am

21/11/2019 – Con la riaccensione dei riscaldamenti in gran parte dell’Italia (mancano solo le zone B e A che potranno riaccenderli dal 1° dicembre), molti si interrogano su come massimizzare l’efficienza dell’impianto, in modo da risparmiare nella bolletta.   Tra gli impianti di riscaldamento che aiutano a raggiungere l’obiettivo ci sono i sistemi a pannelli radianti che sfruttano l’irraggiamento per riscaldare gli ambienti e funzionano a temperature più basse rispetto ai radiatori tradizionali.   Pannelli radianti: come funzionano Un impianto radiante è costituito da pannelli, nei quali sono inseriti tubi in materiale resistente alle alte temperature ed al calpestio, nei quali transita un fluido caldo. I pannelli radianti assicurano numerosi vantaggi, innanzitutto un notevole risparmio energetico: funzionando a bassa temperatura, l’acqua non deve raggiungere temperature elevate per poter..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 21, 2019, 6:00 am

21/11/2019 - A ottobre brusco stop per il mercato della progettazione di opere pubbliche, il cui valore crolla di quasi il 70% rispetto allo stesso mese del 2018; complessivamente però il totale dei 10 mesi scende soltanto dell’1,2%, rispetto ai valori messi in gara nel 2018. Altra musica per il totale dei servizi di ingegneria e architettura che nei 10 mesi raggiunge livelli record superando il miliardo di euro, con un +26,5% rispetto ai dieci mesi del 2018.   Il dato è anche frutto di 8 maxi-bandi pubblicati a ottobre da Autostrade per l’Italia S.p.A. per direzione lavori e assistenze con un totale di 188,8 milioni di euro (121,3 milioni di euro di sola DL della “Gronda di Genova” e 67,5 milioni di euro per verifiche delle opere d’arte della rete autostradale).   In dettaglio, ad ottobre, per il mercato della sola progettazione: sono state bandite 274 gare (59 soprasoglia), per un valore di 29,0 milioni di euro (18,6 soprasoglia),..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 21, 2019, 6:00 am

21/11/2019 - 65 milioni di euro, aggiuntivi rispetto ai 20 già assegnati per l’emergenza, e l’impegno del Governo a destinare nuove risorse per la città e per il MOSE, 1 miliardo di euro in 10 anni per manutenzioni e restauri e l’estensione dell’Art Bonus al recupero del patrimonio culturale e delle chiese. Questo, nelle ultime ore, il dispiegamento di forze da parte di Governo e Parlamento per Venezia.   Venezia, 65 milioni di euro per la salvaguardia della laguna Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) ha fatto sapere che sono pronti 65 milioni di euro per la salvaguardia e la conservazione della laguna di Venezia, 46 dei quali destinati alla città che nei giorni scorsi ha vissuto la drammatica ondata di acqua alta. Si tratta - spiega la nota - di fondi contenuti nella Legge speciale su Venezia, rifinanziata dalla scorsa Legge di Bilancio, che sono stati sbloccati nei giorni scorsi dalla..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 21, 2019, 6:00 am

21/11/2019 – In arrivo nuove norme per la progettazione della sicurezza antincendio delle strutture sanitarie con più di 25 poste letto.   Lo scorso 16 ottobre, infatti, il Comitato Centrale Tecnico Scientifico (CCTS) dei Vigili del Fuoco ha presentato la bozza di revisione della Regola Tecnica Verticale (RTV) per le strutture sanitarie.   La bozza della norma è in fase di raccolta di osservazioni tecniche da parte delle categorie rappresentate in seno al CCTS, come gli ordini professionali. Successivamente, il testo tornerà al Comitato per poi essere notificato in Commissione europea; dopo l’ok dell’UE il testo potrà essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale.   Prevenzione incendi strutture sanitarie: applicazioni La RTV riguarda in particolar modo le strutture sanitarie con numero di posti letto superiore a 25; tra queste rientrano: - le strutture che erogano prestazioni in regime di ricovero ospedaliero, residenziale..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 21, 2019, 6:00 am

21/11/2019 - Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) ha assegnato 14,7 milioni di euro alle Province e 5,7 milioni di euro alla Città Metropolitane per la progettazione della messa in sicurezza di edifici e strutture pubbliche con priorità alle scuole.   È stato infatti pubblicato sul sito web del MIT il decreto 14665 del 14 novembre 2019 di ammissione al cofinanziamento statale delle progettazioni di Province e Città Metropolitane, nell’ambito della complessiva assegnazione di 60 milioni di euro (30 milioni per ciascuno degli anni 2018 e 2019) prevista dal Fondo Progettazione Enti Locali.   Il MIT ha ricevuto 82 domande per complessivi 301 progetti: 71 domande delle Province per 239 progetti e 11 domande delle Città metropolitane per 62 progetti, a valere sulle risorse stanziate per gli anni 2018 e 2019.  Al termine dell’istruttoria, sono state finanziate 272 progettazioni: 216 delle Province per..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 21, 2019, 6:00 am

21/11/2019 – La centrale per la progettazione sarà probabilmente abrogata prima ancora di essere entrata in funzione. Lo prevede uno delle migliaia di emendamenti al disegno di legge di Bilancio per il 2020, che deve ora affrontare la tagliola del Senato.   Tra le proposte, giunte dai vari gruppi politici, ce ne sono diverse di interesse per i professionisti, come un’iniziativa centrale sull’equo compenso e il tentativo di rendere più elastico l’accesso al regime forfetario.   Via la centrale per la progettazione Un emendamento del Movimento 5 Stelle punta a cancellare con un tratto di penna la Struttura per la progettazione di beni ed edifici pubblici, conosciuta anche come “centrale per la progettazione”, introdotta dalla legge di Bilancio per il 2019.   L’emendamento conferma le dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dal Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, che ha definito la struttura..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 21, 2019, 6:00 am

20/11/2019 – Si può derogare alle distanze minime tra edifici solo in presenza di un piano particolareggiato che include un insieme di fabbricati che, dal punto di vista dell’assetto urbano, possono essere considerati come un’unica costruzione. Lo ha spiegato la Cassazione con la sentenza 29867/2019.   Distanze minime, il caso La Corte di Cassazione si è pronunciata sul contenzioso sorto tra due soggetti che, dopo aver ottenuto i permessi necessari, avevano ampliato gli edifici di loro proprietà. Secondo uno dei proprietari, l’altro aveva realizzato una sopraelevazione senza rispettare la distanza minima di 10 metri tra le pareti finestrate.   A detta del responsabile della sopraelevazione, per la realizzazione degli interventi i due proprietari avevano inizialmente presentato un progetto unitario. A suo avviso, quindi, sarebbe stato possibile derogare alla distanza minima di 10 metri ai sensi dell’articolo 9 del DM 1444/1968,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 20, 2019, 6:00 am

20/11/2019 – Legare il bonus facciate all’efficientamento energetico, senza limitarlo ai condomìni, ma estenderlo agli edifici produttivi, con possibilità di ricevere uno sconto immediato alternativo alla detrazione. Sono alcune delle proposte contenute tra i numerosi emendamenti al disegno di legge di Bilancio.   Le proposte, che nella maggior parte dei casi mirano a rendere la misura più sostenibile dal punto di vista energetico ed economico, arrivano in modo trasversale dai vari gruppi politici.   Bonus facciate e risparmio energetico Come già annunciato, c’è la volontà di riscrivere l’articolo sul bonus facciate per dare alla nuova detrazione del 90% un obiettivo di risparmio energetico.   Sia dalla maggioranza che dall’opposizione sono arrivate proposte che condizionano l’accesso al bonus facciate alla contestuale realizzazione di interventi per l’efficientamento energetico dell’edificio...
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 20, 2019, 6:00 am

20/11/2019 – L’acquisto di case antisismiche è incentivato con detrazioni fiscali calcolate sul prezzo di vendita dell’immobile. L’Agenzia delle Entrate, rispondendo al dubbio di un contribuente, ha spiegato quali sono le condizioni per ottenere il sismabonus.   Sismabonus per l’acquisto di case antisismiche Secondo la normativa in vigore, chi acquista una casa antisismica situata in una zona che, in base in base all’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 3519/2006 risulta classificata a rischio sismico 1, 2 o 3, può ottenere una detrazione fiscale pari al 75% o all’85% del prezzo di vendita.   L’importo di spesa massimo su cui calcolare la detrazione è fissato a 96mila euro per unità immobiliare per ciascun anno.   La detrazione viene rimborsata in cinque rate annuali di pari importo.   SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL SISMABONUS   Sismabonus, le condizioni per..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 20, 2019, 6:00 am

20/11/2019 – Tra gli interventi che usufruiscono del bonus ristrutturazione del 50% è previsto anche il rifacimento dei bagni?   La detrazione spetta in alcuni casi, mentre in altri non è possibile accedervi. C’è, infatti, differenza tra un’operazione di semplice restyling del bagno (sostituzione dei sanitari e/o tinteggiatura delle pareti) e lavori di rifacimento totale che presuppongano interventi sugli impianti.   Rifacimento del bagno, come sfruttare il bonus ristrutturazioni Il discriminante che permette di capire se i lavori effettuati nei bagni accedano o meno al bonus è collegata alla tipologia di lavoro, ovvero se lo stesso ricada in manutenzione ordinaria o straordinaria. Il bonus 50% è sempre fruibile qualora si tratti di manutenzione straordinaria.   Nel caso di manutenzione ordinaria non sarà possibile accedere al bonus; se, tuttavia, gli interventi di manutenzione ordinaria vengono effettuati..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 20, 2019, 6:00 am

20/11/2019 - Via libera alla manutenzione in cinque distretti idrografici, per un totale di 25 milioni di euro.   Nella seduta della Conferenza Istituzionale Permanente (CIP) delle Autorità di bacino di lunedì pomeriggio al Ministero dell’ambiente, sono stati approvati i programmi stralcio per la manutenzione dei territori di: Appennino settentrionale, Alpi orientali, fiume Po, Appennino centrale, Appennino meridionale.   “Poiché l’emergenza maltempo di questi giorni riguarda tutta l’Italia - si legge nella nota del Ministero -, è importante intervenire prioritariamente su questo fronte”. Nel corso della riunione, presieduta da Ministro Sergio Costa, con i rappresentanti del Governo, delle Regioni ed i segretari generali dei distretti, è stata confermata l’importanza della manutenzione come misura atta a garantire una costante ed efficace azione di prevenzione dai dissesti.   Sono stati quindi..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 20, 2019, 6:00 am

19/11/2019 - Il subappalto può essere limitato, ma non nel modo stabilito dalla normativa italiana. Ad affermarlo è l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) che, con un atto di segnalazione, ha invitato il legislatore a rivedere la norma sui contratti pubblici.   La raccomandazione arriva dopo che la sentenza della Corte di Giustizia Europea, emessa a settembre, ha giudicato il tetto massimo al subappalto non solo illegittimo, ma anche inutile a contenere i rischi di infiltrazioni criminali nei contratti pubblici.   Subappalto, UE: il tetto non è l’unico strumento di controllo Secondo la Corte di Giustizia Europea, la normativa italiana sul subappalto restringe la concorrenza e, allo stesso tempo, non mette al riparo i contratti pubblici da potenziali infiltrazioni criminali.   Da una parte esiste un tetto del 40% alle lavorazioni subappaltabili. Dall’altra, per effetto del decreto Sblocca Cantieri, fino al 31 dicembre..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 19, 2019, 6:00 am

19/11/2019 – L’obiettivo dell’ecobonus è incentivare la riqualificazione energetica di tutto il patrimonio edilizio nazionale. Partendo da questo presupposto, la Corte di Cassazione con la sentenza 29164/2019 ha riconosciuto la detrazione fiscale al miglioramento energetico degli immobili ‘merce’ delle imprese di costruzione e delle società immobiliari.   Ecobonus: immobili ‘merce’ e strumentali Nel caso preso in esame, una società aveva effettuato la riqualificazione energetica, con sostituzione di infissi, di alcuni immobili di sua proprietà concessi in locazione a terzi. Per le spese sostenute aveva chiesto e ottenuto la detrazione fiscale del 55% (oggi 65%).   Secondo l’Agenzia delle Entrate, la società non avrebbe avuto diritto alla detrazione. Alla luce di soluzioni interpretative sulla normativa, l’Agenzia sosteneva che fossero agevolabili gli interventi di riqualificazione energetica..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 19, 2019, 6:00 am

19/11/2019 – La formazione è un momento importante per i professionisti, che in queste occasioni mirano ad accrescere le proprie competenze, ma anche a creare una rete di contatti utili all’attività.   Edilportale, con un sondaggio lanciato due settimane fa, ha dato la parola ai tecnici, chiedendo cosa apprezzano e cosa cambierebbero dell’attuale sistema per l’acquisizione dei crediti per la formazione professionale (CFP).   Al sondaggio hanno partecipato prevalentemente architetti (46%), ingegneri (24%) e geometri (23%). Il 44% dei partecipanti appartiene ad una fascia di età compresa tra i 36 e i 55 anni. Il 39% dei partecipanti ha affermato di operare al Sud o nelle Isole, il 38% al Nord e il resto al Centro.   Più del 60% dei professionisti ha affermato che nell’esercizio della professione ritiene la formazione molto utile per l’accrescimento delle competenze.   Più della metà..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 19, 2019, 6:00 am

19/11/2019 – Facilitare e rendere più convenienti gli interventi di rigenerazione urbana nelle aree dismesse e di recupero edilizio degli edifici rispetto alle costruzioni ex novo.     Questo l’obiettivo della Legge per la rigenerazione urbana, approvata lo scorso 12 novembre dal Consiglio Regionale delle Lombardia, che modifica la Legge 12/2005 a completamento della strategia regionale per la riduzione del consumo di suolo. ​  Rigenerazione urbana: cosa prevede la nuova legge La legge individua misure di incentivazione come riduzione di oneri o bonus volumetrici, così da rendere più convenienti i progetti di rigenerazione urbana e di recupero del patrimonio edilizio. Tra gli incentivi previsti, uno sconto fino al 60% sugli oneri di urbanizzazione e la possibilità di incrementi delle volumetrie fino al 20%, a fronte di tutta una serie di prescrizioni che comporteranno, in sostanza, il miglioramento delle condizioni degli edifici..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 19, 2019, 6:00 am

19/11/2019 – Bonus facciate sì, ma a condizione che i lavori riguardino anche la coibentazione. È la richiesta, avanzata da Movimento 5 Stelle e Liberi e Uguali (Leu), che potrebbe dare dei nuovi connotati alla nuova detrazione fiscale in arrivo nel 2020.   Bonus facciate e risparmio energetico Una delle proposte al vaglio del Senato, dove il ddl di Bilancio ha iniziato il suo iter parlamentare, prevede che, per ottenere il bonus facciate, sia richiesta l’asseverazione di un tecnico abilitato dalla quale emerga che, contestualmente all’intervento, siano stati effettuati i lavori di coibentazione necessari per accedere all’ecobonus. Quella di legare il bonus facciate a misure per il contenimento dei consumi energetici non è un’idea che risulta nuova. Nei giorni scorsi, il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, ha annunciato che il bonus sarebbe stato rivisto per coordinarsi meglio con le altre..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 19, 2019, 6:00 am

18/11/2019 – Sono in arrivo nuovi prodotti per l’edilizia, come piastrelle, intonaci e malte, ricavati da pneumatici fuori utilizzo e cavi elettrici dismessi.   L’Enea, infatti, nell’ambito di due progetti del valore complessivo di oltre 1,1 milioni di euro, sta sperimentando l’efficacia e la sostenibilità di questi nuovi prodotti per l’edilizia.     Prodotti edili da pneumatici L’Enea mira a realizzare intonaci, malte e colle con premiscelati a base di pneumatici fuori utilizzo (PFU) in sostituzione di un materiale aggregante tradizionale come la sabbia. Secondo l’Enea, in questo modo sarà possibile ottenere prodotti a basso impatto ambientale, caratterizzati da una matrice ad elevate prestazioni, e incrementare notevolmente il valore economico del materiale PFU, aumentando di conseguenza la domanda e valorizzando l’intera filiera che si occupa del recupero/trattamento.   L’Enea ha..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 18, 2019, 6:00 am

18/11/2019 - Il Consiglio regionale delle Marche ha approvato all’unanimità la legge per l’equo compenso, “un’ulteriore tutela per i liberi professionisti, affinché venga garantito e promosso il valore delle loro prestazioni.”.   La legge punta a promuovere e valorizzare le attività professionali attraverso il riconoscimento del diritto ad un equo compenso, necessariamente proporzionato alla quantità, alla qualità, al contenuto ed alle caratteristiche della prestazione resa, oltre che conforme ai parametri applicabili alla specifica professione, così come stabilito anche dal legislatore nazionale.   Gli stessi parametri dovranno essere utilizzati, quale criterio o base di riferimento, ai fini dell’individuazione dell’importo da porre a base di gara e nei contratti di incarico professionale non dovranno essere inserite clausole vessatorie.   Gli specifici atti di indirizzo dovranno..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 18, 2019, 6:00 am

18/11/2019 - Proteggono le città dalle inondazioni causate dagli eventi climatici estremi, risparmiando disagi, rischi e danni economici. Sono le dighe e le barriere realizzate in lagune, fiumi e golfi.   A fare scuola sono soprattutto i Paesi Bassi, da sempre alle prese con i danni da inondazione, ma ci sono sistemi analoghi anche altrove. In Italia il Mose di Venezia è tristemente tornato sotto i riflettori a causa della grave emergenza che sta affliggendo la città. Una volta messo in funzione, dovrebbe mettere la laguna al riparo dall'acqua alta. Vediamo qualche esempio di barriere anti-inondazione.   Barriere sulla Schelda, Paesi Bassi La foce della Schelda è un delta in cui confluiscono i fiumi Reno e Mosa. Sul fiume sono stati creati più tipi di sbarramenti. Uno è il Maeslantkering, composto da due bracci mobili, alti come la Torre Eiffel, che si chiudono all’occorrenza.  Foto: www.amusingplanet.com Un..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 18, 2019, 6:00 am

18/11/2019 - “Il maltempo che sta investendo l’Italia in queste settimane sta aggredendo un territorio molto fragile. Occorrono progetti esecutivi per aprire i cantieri e mettere in sicurezza il Paese. I fondi ci sono e vanno spesi”.    È questo l’appello alle Regioni lanciato dal ministro dell’Ambiente, Sergio Costa.   “Il Piano Stralcio ha già stanziato 315 milioni di euro nel 2019 per finanziare progetti esecutivi di tutela del territorio dal dissesto idrogeologico - ha ricordato il Ministro - e prevede 263 interventi in tutte le regioni”.   Si tratta di opere di estrema urgenza e indifferibilità - aggiunge la nota del Ministero -, che hanno già ottenuto l’avallo dei commissari straordinari per il dissesto idrogeologico. Costa sollecita dunque le Regioni a fare la loro parte.   Ricordiamo che, a luglio scorso, il CIPE ha approvato il Piano Stralcio 2019, comprensivo..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 18, 2019, 6:00 am

18/11/2019 – Rimborsi fino a 1.200 euro per appartamento per promuovere il rinnovo dei vecchi impianti elettrici interni ai condomini.    A prevederlo la Delibera 467/2019 con cui l'Autorità per l'energia e l'ambiente (ARERA) ha avviato una procedura sperimentale per l'ammodernamento delle "colonne montanti" vetuste, negli edifici condominiali più datati.   Ristrutturazione impianti elettrici: cosa è previsto Le regole ARERA riguardano gli interventi su quella che viene definita tecnicamente "la linea in sviluppo prevalentemente verticale che attraversa parti condominiali", cioè i cavi che giungono fino ai contatori elettrici dei singoli appartamenti (o al pannello comune quando i contatori sono tutti raggruppati in un unico spazio).   La fase sperimentale della regolazione durerà tre anni, dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2022, per l'ammodernamento degli impianti realizzati..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 18, 2019, 6:00 am

15/11/2019 - Il Governo ha dichiarato lo stato di emergenza nei territori della Regione Veneto colpiti dagli eccezionali eventi meteorologici dei giorni scorsi. Lo ha deciso il Consiglio dei Ministri di ieri sera. Stessa iniziativa è stata presa anche per le zone della provincia di Alessandria interessate dagli eventi meteorologici del 19-22 ottobre 2019.   Nelle more della definizione e quantificazione dei danni, è stato deciso un primo stanziamento di 20 milioni di euro per Venezia e di 17 milioni per Alessandria, per far fronte agli interventi di soccorso e assistenza alla popolazione, al ripristino della funzionalità dei servizi pubblici e delle infrastrutture di reti strategiche e alle attività di gestione dei rifiuti e del materiale alluvionale.   A breve il Governo dichiarerà lo stato di emergenza anche per il Friuli Venezia Giulia, come annunciato dal capo del dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli. Per Matera, colpita..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 15, 2019, 6:00 am

15/11/2019 – Lo sconto immediato in fattura, alternativo all’ecobonus e al sismabonus, crea “criticità per la concorrenza”. Lo ha affermato l’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm).   Sconto alternativo all’ecobonus, Antitrust: ‘criticità per la concorrenza’ L’Antitrust, interpellata nei mesi scorsi sia da Italia Solare, sia da Confartigianato, ha inviato un atto di segnalazione a Governo, Parlamento ed Agenzia delle Entrate, invitandoli a considerare gli effetti prodotti dall’articolo 10, comma 3-ter del DL Crescita, che ha introdotto il nuovo meccanismo fiscale, e dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 31 luglio scorso, con cui sono state definite le regole operative dello sconto immediato in fattura alternativo alla detrazione.   A detta dell’Antitrust, bisogna evitare il rischio che le norme favoriscano solo gli operatori di grandi dimensioni a danno..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 15, 2019, 6:00 am

15/11/2019 - La cessione del credito relativa all’Ecobonus per interventi di riqualificazione delle parti comuni di un condominio può avvenire tra due condòmini, ma ad alcune condizioni. Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate con la risposta 481 del 13 novembre.   Ecobonus, la cessione del credito tra condòmini L’Agenzia delle Entrate ha risposto ad un condomino che chiedeva se potesse acquisire, insieme agli altri comproprietari dell’unità immobiliare situata in condominio, la quota di detrazione spettante ad un altro condomino per i lavori di efficientamento energetico delle parti comuni.   L’Agenzia delle Entrate, ripercorrendo il panorama normativo sulla cessione del credito, ha ricordato che il credito corrispondente alla detrazione può essere ceduto a privati diversi dai fornitori, a condizione che siano collegati al rapporto che ha dato origine alla detrazione. In condominio, ha spiegato quindi l’Agenzia,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 15, 2019, 6:00 am

15/11/2019 – Fare il check-up dell’immobile per capire quanto consuma la propria abitazione, effettuare regolarmente la manutenzione dell’impianto, controllare la temperatura degli ambienti e applicare valvole termostatiche e contabilizzatori di calore.   Queste alcune delle 10 regole suggerite dall’Enea per aiutare i consumatori a scaldare al meglio le proprie abitazioni, evitando sprechi e brutte sorprese in bolletta.   Riscaldamento: le regole Enea per l’efficienza energetica dell’impianto L’Enea ha ricordato che, nonostante temperature molto superiori alla media del periodo, la legge prevede che da oggi, 15 novembre, si possano accendere i riscaldamenti nella zona climatica C ( tra cui le province di Imperia, Latina, Napoli, Salerno, Bari, Lecce, Taranto, Cosenza, Sassari, Ragusa). Dal 15 ottobre hanno acceso i riscaldamenti i comuni della cosiddetta zona climatica E, che comprende grandi..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 15, 2019, 6:00 am

15/11/2019 – La situazione di emergenza che ha vissuto Venezia negli scorsi giorni ha riacceso i riflettori sul Mose, la grande opera ingegneristica che, una volta conclusa, dovrebbe salvaguardare la città e la laguna dalle alte maree.   Mose: il progetto Il progetto elaborato prevede un sistema integrato di barriere a paratoie mobili, in grado di isolare la laguna dal mare durante gli eventi di alta marea, e opere complementari, come le scogliere all’esterno delle bocche di porto, atte ad attenuare i livelli delle maree più frequenti e il rialzo delle rive e delle pavimentazioni nelle aree più basse degli abitati lagunari.   Nello specifico il Mose è formato da 4 barriere di difesa: - 2 alla bocca di porto del Lido (quella più vicina a Venezia che è larga il doppio delle altre due ed è formata da 2 canali con profondità diverse) che sono composte rispettivamente di 21 paratoie quella nel canale nord..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 15, 2019, 6:00 am

14/11/2019 – Un impianto idrico sanitario, preposto all'adduzione, alla distribuzione e allo smaltimento dell'acqua in un edificio, comprende diversi elementi: reti, componenti, apparecchiature, accessori e scarichi, nelle quantità idonee a soddisfare le esigenze dell'utenza.   In particolare, un impianto idrico si suddivide in tre sistemi tecnologici: approvvigionamento (adduzione, produzione e distribuzione di acqua calda e fredda), scarico delle acque reflue (acque nere e grigie) e smaltimento delle acque piovane (acque bianche). In questo focus ci concentreremo sulle reti di adduzione. Impianti idrici: le reti di adduzione  Un impianto idrico di adduzione inizia nel punto di allacciamento alla rete pubblica dell'acqua potabile e termina nel punto in cui l'acqua viene utilizzata, ovvero l'apparecchio sanitario (rubinetto, vasca da bagno, bidet, ecc).   I sistemi di adduzione presenti in quasi tutte le abitazioni si allacciano..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 14, 2019, 6:00 am

14/11/2019 - Domani 15 novembre i lavoratori delle costruzioni tornano in piazza con FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil per chiedere il rilancio del settore.   A distanza di otto mesi dallo sciopero generale, il comparto organizza in 100 piazze italiane presidi, volantinaggi, incontri con le Istituzioni per ribadire la richiesta al Governo di intervenire con scelte chiare e misure concrete che riportino il settore al centro della politica, rilanciando così la competitività e la produttività di tutto il paese.   “Sarà l’ennesima occasione per illustrare le nostre proposte - spiegano i segretari generali di FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil, Vito Panzarella, Franco Turri, Alessandro Genovesi - a partire dall’urgenza di attivare una vera politica industriale per i settori dell’edilizia e dei materiali da costruzione, indispensabile a dare risposte definitive alla crisi nel settore”.   I sindacati chiedono “il..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 14, 2019, 6:00 am

14/11/2019 - Con la pubblicazione ‘1998/2018. 20 anni di impegno per l’Architettura’, presentata venerdì 8 novembre a Roma, l’IN/Arch guarda al suo operato recente, un lavoro ispirato sempre da una profonda convinzione: l’Architettura è (o dovrebbe essere) un fattore determinante per la qualità della vita dei cittadini e per il progresso competitivo e tecnologico di un Paese.   E alla domanda ‘esiste una domanda sociale di Architettura?’ il sottosegretario al MiBACT Anna Laura Orrico ha risposto: “la domanda sociale di architettura esiste ed è forte, ed è urgente che la politica dia risposte. Abbiamo bisogno di un’architettura che sia in grado di valorizzare il paesaggio, l’ambiente, che ci aiuti a ridurre sempre di più il consumo di suolo, un tema sempre di stringente attualità”.   “Abbiamo bisogno di opere in grado di migliorare gli spazi e i luoghi,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 14, 2019, 6:00 am

14/11/2019 – I geometri non possono progettare opere in cemento armato. Fanno eccezione gli edifici rurali e le piccole costruzioni accessorie che non presentano particolari complessità. Le opere da realizzare nelle zone a rischio sismico elevato devono sempre essere considerate come “rilevanti”, a prescindere dalla destinazione e dalle loro dimensioni. I geometri, quindi, non possono progettarle. Sono queste le conclusioni cui è arrivata la Cassazione con la sentenza 29227/2019.   Progettazione e geometri, il caso Un geometra, che aveva progettato un intervento di risanamento statico e funzionale di un fabbricato condominiale, colpito dal sisma del 1980, aveva chiesto il pagamento della parcella che a suo avviso gli spettava, pari a più di 52mila euro.   Il condominio si era opposto sostenendo la nullità del contratto per eccesso di competenza del geometra che, secondo il RD 274/1929 e la Legge 1086/1971, non..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 14, 2019, 6:00 am

13/11/2019 – La start-up YouKondo lancia “YouKondoWay” un nuovo sistema di certificazione che misura lo stato “condosociale”, cioè la qualità della vita a tutto tondo in un condominio. Il sistema YouKondoWay, dotato di relativa app, classifica i condomìni dalla A alla F, ma non dal punto di vista energetico. Ad essere certificato è infatti il benessere globale sulla base di 150 parametri. Il sistema ha due obiettivi: orientare con più efficacia il futuro proprietario o inquilino nella scelta della propria casa (permettendogli di consultare autonomamente lo stato “condosociale” o rating che è stato attribuito ad uno specifico condominio, con la relativa recensione), ma anche facilitare la vita nel condominio e la gestione delle relazioni tra inquilini, senza dover attendere le assemblee o l’intervento dell’Amministratore.   Come nasce il Sistema di Certificazione Condominiale YouKondo “Prima..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 13, 2019, 6:00 am

13/11/2019 – Gli enti locali hanno ancora tre settimane di tempo per candidarsi ai bandi dell’Istituto per il Credito Sportivo (ICS) e dell’ANCI “Sport Missione Comune” e “Comuni In Pista che mettono a disposizione, complessivamente, 80 milioni di euro, di mutui a tasso zero, per riqualificare e mettere a norma gli impianti sportivi e le piste ciclabili.      Sport Missione Comune 2019 Il bando destina 40 milioni di euro per il totale abbattimento del tasso d’interesse di mutui concessi dall’ICS.   Le istanze devono essere presentate all’indirizzo PEC icsanci2019@legalmail.it non oltre le ore 24,00 del 5 dicembre 2019.   I Comuni possono richiedere l’ammissione al contributo per progetti definitivi o esecutivi relativi a: costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 13, 2019, 6:00 am

13/11/2019 – I rimborsi corrisposti ai professionisti che, su base volontaria, sono impiegati in attività di protezione civile sono fiscalmente rilevanti o costituiscono redditi?   A chiarirlo, l’Agenzia delle Entrate nella Risposta 474/2019 in cui, affronta la questione sollevata da una Regione che, in seguito a un evento sismico, si era accordata con gli Ordini e i Collegi professionali territoriali per impiegare tecnici professionisti in grado di effettuare una ricognizione preliminare dei danni subiti dal patrimonio edilizio, riconoscendo agli stessi il rimborso per il mancato guadagno giornaliero.   Tale rimborso era stato calcolato sulla base della dichiarazione dei redditi presentata l’anno precedente a quello in cui è stata prestata l’opera, nel limite di 103,29 euro giornalieri lordi; inoltre, erano state rimborsate le spese documentate di vitto, alloggio e viaggio.   Rimorsi per tecnici volontari: come considerarli L’Agenzia..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: marra@edilportale.com (Alessandra Marra)
Posted: November 13, 2019, 6:00 am

13/11/2019 - “La centrale di progettazione è un errore madornale. Mi auguro che quella struttura, che non è ancora partita, si trasformi in qualcosa di utile”.   Lo ha detto qualche giorno fa il Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, nel suo intervento al sessantennale di InArch, Istituto Nazionale di Architettura.   “Negli enti locali - ha spiegato il Ministro - vi sono elementi di criticità nella gestione dei progetti. È giusto accompagnare questo processo e che ci sia una struttura centrale che dia linee guida per i responsabili del procedimento. Ma pensare di tornare al prototipo progettuale di una scuola media o elementare è la morte dell’architettura”.   “Il progetto è un elemento fondamentale nella vita dei cittadini, anche in modo inconsapevole - ha proseguito Patuanelli -. Il ruolo dell’architetto e dell’ingegnere è fondamentale per coniugare esigenze..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: calabrese@edilportale.com (Rossella Calabrese)
Posted: November 13, 2019, 6:00 am

13/11/2019 - Il bonus facciate sarà rivisto per coordinarsi meglio con le altre detrazioni fiscali sulla casa, ecobonus in primis. Lo ha annunciato il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, in un intervento al sessantennale di InArch, Istituto nazionale di Architettura.   Sorge quindi un dubbio sui tempi. Il bonus facciate riveduto e corretto riuscirà ad entrare nella legge di Bilancio 2020? L’obiettivo è fare presto, ma lo studio di un meccanismo di detrazione fiscale alternativo potrebbe richiedere maggiori approfondimenti e un confronto tra le parti per evitare che un meccanismo pensato per dare linfa al settore costruzioni sortisca l’effetto opposto.   Bonus facciate, Patuanelli immagina criticità Nell’elencare le misure presenti nel ddl di Bilancio 2020 per dare impulso al settore edile, Patuanelli ha ricordato che “è stato introdotto il bonus facciate su cui io sono abbastanza laico, nel senso..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 13, 2019, 6:00 am

13/11/2019 – Nel 2019 sono aumentate le aperture di Partite Iva. Merito, secondo le rilevazioni del Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) dell’introduzione del regime forfetario. Ma con la Legge di Bilancio per il 2020 la situazione potrebbe cambiare, non solo per le modifiche che saranno introdotte, ma anche per gli effetti evidenziati dal Servizio del Bilancio del Senato, che ritiene necessari ulteriori approfondimenti.   Partite Iva, dati 2019 e modifiche in arrivo Secondo l’Osservatorio sulle Partite Iva, nel primo trimestre del 2019, le adesioni al regime forfetario sono state il 53,3% (pari a 104.456 soggetti) del totale delle nuove aperture.   Nel secondo e terzo trimestre, i forfetari hanno rappresentato rispettivamente il 48,5% (66.126 soggetti) e il 48,4% (49.171 soggetti) del totale delle nuove aperture.   L’andamento è stato influenzato dalle modifiche normative introdotte con la Legge di Bilancio 2019, che..
Continua a leggere su Edilportale.com

Author: mammarella@edilportale.com (Paola Mammarella)
Posted: November 13, 2019, 6:00 am

Comments are closed.